Conoscete “REVERSE BEACON” ?

La CW Reverse Beacon Network o RBN,  è una rete di ricevitori SDR (Software Defined Radio) online  a largo spettro situati in tutto il mondo in grado di ricevere il CQ in telegrafia e decodificare il nominativo della stazione radioamatoriale che lo trasmette.

Per provare questo sistema, 

  • ci si deve collegare al sito http://www.reversebeacon.net/ 
  • per vedere ad esempio le stazioni che stanno facendo cq cq in cw basta andare sulla sezione dx spots con il mouse (senza cliccare)   Poi con il mouse andare sulla scelta HF  e poi scegliere la banda che interessa (ad esempio 14 Mhz).
  • Nella schermata l’elenco di stazioni a sinistra (colonna de) sono stazioni sempre accese in ascolto che ricevono i radioamatori che stanno facendo una chiamata in cw (colonna dx).

Se si passa il mouse sopra le stazioni dx si legge la nazione la cq zone e la ITU zone.

Le altre colonne indicano:

  • La colonna freq: la frequenza in cui la stazione dx sta chiamando;

  • La colonna cq/dx: indica che si tratta di stazione che sta facendo chiamata. Altre volte compare la scrittura beacon per dire che è un beacon,

  • La colonna snr: indica la forza del segnale della stazione dx,

  • La colonna Speed : indica la velocità di trasmissione in cw ( parole al minuto) della stazione dx,

  • La colonna time:  indica data e ora,

In alto a destra c’è la casella rows to show (cioè righe da mostrare) . E’ preferibile impostare il valore più alto pari a 100.

A COSA PUO’ SERVIRE  REVERSE BEACON?

() Primo caso: si vuole vedere chi sta facendo chiamata in tempo reale. Ad esempio se è una stazione rara si può  provare a sintonizzarsi sulla sua frequenza per verificare se la si ascolta e magari provare a chiamarla (in CW !). Vedendo quali sono le stazione de ( ad esempio se europee) si puo’ già capire se il collegamento è possibile.

() Secondo caso: possiamo verificare la capacità della nostra antenna a collegare stazioni lontane . Se infatti facciamo noi una chiamata in cw del tipo CQ CQ DE nostro call  possiamo verificare quali sono le zone che ci ascoltano (stazione de) e con che forza di segnali siamo ricevuti…… in pratica verifichiamo se vi è propagazione. Ottimo anche per confrontare diverse antenne, oppure per verificare la differenza della forza del segnale usando potenze diverse (ad es. potenza qrp 100 watt o con lineare ).

Esiste poi una sezione search spot by callsign  dove impostando il nostro call possimao vedere anche nei giorni seguenti (2 o 3 giorni) l'elenco delle stazione de che ci hanno "sentito" mentre facevamo cq dx  E' utile per avere un elenco unitario delle stazioni che ci hanno ascoltato (magari si fa una copia e incolla su un documento word per tenere traccia della forza del segnale e orari).

Se anche non conosciamo bene il cw è possibile registrare sulle radio più recenti un messaggio di chiamata cw preimpostato (magari pero’ qualcuno potrebbe rispondervi, quindi non abusatene) … il messaggio da registrare è ad esempio:

cq cq cq de il proprio call

 

'73 a tutti de IW0BNW (Vincenzo) 

Fast Log Entry (FLE).

Nella costellazione radioamatoriale diversi sono i software che consentono di tenere un diario di stazione radio. Pochi però hanno caratteristiche di robustezza, affidabilità, leggerezza e praticità di utilizzo.

Nella mia pochissima attività radio, incentrata sopratutto in uscite esterne, mi è capitato di usarne due in particolare. Fast Log Entry di Ernst DF3CB e l'italianissimo BBLOGGER promosso e sviluppato da IK2VIW e IK2UVR.

Tra i due eccellenti software menzionati il primo spicca sicuramente per leggerezza e praticità, ottimo per spedizioni, attivazioni e Contest. La sua peculiarità la si denota subito nel suo nome, Fast Log Entry. E ad essere veloce è veloce.La sua velocità deriva dal fatto che, si occupa di interpretare, al netto per'altro delle pochissime impostazioni iniziali, le variazioni delle voci inserite nell'editor dall'operatore. Non richiede nessuna connessione e non fornisce dati talvolta inutili o ridondanti  in alcune situazioni.

Tra le caratteristiche principali troviamo, la registrazione dei QSO in modalià Normale o Contest, OFF-Line e in Real Time, la possibilità di inserire le parole chiave per le attivazioni (un paio alla data odierna WWFF e SOTA)  e l'interpolazione dei tempi.

Il tutto viene immesso e/o modificato da tastiera, (parliamo di una riduzione del tempo per eseguire talune operazioni da tre a sette volte) notoriamente più veloce del sistema a finestre in uso nei maggiori software a disposizione che implica l'uso del mouse. Non a caso i software più usati in ambito Contest, fanno uso delle combinazioni di tasti per attivare e/o disattivare le funzionalità.

Entriamo più nel dettaglio considerando per adesso sole le operazioni più comuni che si possono operare con questo software.

L'aspetto

Fast Log Entry dopo l'installazione si presenta con una semplice finestra, divisa sostanzialmente in due parti:

  • l'editor, in cui si "consumano" la maggiorparte delle operazioni, prima e durante le attività di registrazione e si trova a sinistra;
  • la griglia a destra che mostra i QSO registrati.

In alto troviamo al solito la barra del Menù utile a talune impostazioni iniziali e alla successiva ed eventuale manipolazione del log. In basso invece troviamo una pratica barra di stato con delle informazioni utili, quali:

  • la tipologia di attività svolta;
  • la modalità di logging;
  • suggerimenti o errori in atto.

ecco come si presenta alla prima apertura:

Le operazioni iniziali.

Una volta aperto,le operazioni minime necessarie sono le seguenti:

  • Nel menù File  cliccare su New Log oppure digitare da tastiera Ctrl+N per creare un nuovo log;
  • Inserire le informazioni essenziali all'attvitià, ovvero il callsign identificato dalla parola chiave mycall, l'eventuale callsign dell'operatore identificato dalla parola chiave operator (opzionale ma comoda e vedremo in seguito come utilizzarla profiquamente) e ultima la referenza dell'attività mywwff per le attività Flora & Fauna. Anche quest'ultima opzionale (utilie in caso di attività relativa al programma.
  • Siamo pronti ad operare, lavorando sulla parte del log vera e propria identificata dalla parola contrassegnata dal simbolo # diesis (cancelletto) e seguito dalla parola Log. Da qui in poi ogni operazione da tastiera influenzerà i QSO effettuati.
  • la parola chiave date seguita dalla data è automatica e necessaria alla memorizzazione corretta dei QSO successivi. Nella barra in altro è disponibile un menù a tendina per cambiare l'impostazione, ma vi assicuro che è più produttivo e veloce inserirlo da tastiera, sopratutto durante un'attivazione.
  • Nell'ipotesi che ci accingiamo a lavorare sui 40 metri il passo successivo sarebbe quello di informare il software delle nostre intenzioni digitanto pochissime informazioni 40M SSB. Dopo questa riga dobbiamo inserire solo il nominativo del nostro interlocutore il rapporto di ricezione e l'eventuale commento.

Dall'immagine appena sopra si evince che benchè non sia stato inserito nessun orario, il software lo ha aggiunto automaticamente. Se si osserva attentamente la barra di stato in basso si nota che il software sta lavorando in Regular Logging (come se fossimo a casa, per capirci) e in Real Time Mode, nella quale è previsto che lo stesso software si incarica di mettere l'orario corretto. Comodo no?

Questa impostazione è possibile sceglierla dal Menù, Logging >>>> Real Time Mode e il gioco è fatto.

Sarebbe impossibile sviscerare tutte le funzionalità di questa eccellente opera di programmazione in una singola puntata, per cui, per i più curiosi e impazienti, si rimanda al sito del carissimo collega tedesco. Per gli impazienti, la documentazione completa è pubblicata al seguente indirizzo http://www.df3cb.com/fle/documentation/ .

DF3CB.com Website

Non mancheremo di approfondire taluni aspetti interessanti e utilissimi in futuro.

73 de IZ0VLL.

 

 

La mailing list.

La mailing list è un elenco di indirizzi per l'invio di materiale pubblicitario o informativo, indirizzario.

In informatica, speciale indirizzo di posta elettronica, corrispondente ad un elenco di persone che dialogano tra loro su un argomento di interesse comune scrivendo messaggi che vengono poi inviati a tutti gli altri mediante tale indirizzo.

Questa è la definizione che si estrae semplicemente inserendo nel campo di ricerca di Google la locuzione.

La Sezione da luglio 2017 si è dotata di questo tool semplicissimo ma abusato nel mondo informatico. Basti come esempio citare le milioni di email inviate giornalmente a scopo pubblicitario.

Perchè ci siamo dotati di questo tool ?

Innanzitutto, come previsto dal regolamento interno di Sezione, i Soci devono essere raggiungibili anche via email, per le comunicazioni di rito riguardanti l'Associazione. In particolare la motivazione che spinse a modificare il regolamento fu la necessità di informare i Soci delle attività che necessitano del loro intervento, ad esempio l'elezione del Consiglio Direttivo e del Collegio Sindacale.

Perchè usarlo ?

Gli indirizzi sono controllati e aggiornati dal Webmaster con la collaborazione della Segreteria. Allo stato attuale, tutti gli indirizzi dei Soci (e solo loro) sono inseriti nell'indirizzario, fatta eccezione per alcune email riconducibili alle funzioni della Sezione che sono, in ordine, quella del presidente, della segreteria, quella del webmaster inserita come indirizzo monitor.

L'altro aspetto che preme sottolineare, riguarda la comodità del sistema. Con un unico indirizzo, informerete i vostri soci e solo essi della vostra comunicazione. Senza selezionare di volta in volta tutti gli utenti o aggiornare il gruppo di utenti, sul vostro software preferito di gestione delle email. La email si presenta con un oggetto di questo tipo: [IQ0MX] ….

In passato come recentemente, ho visto passare diverse email (interne) indirizzate a persone alle quali si ritiene non debbano essere messi a conoscenza di informazioni riguardanti decisioni interne riguardanti la vita sociale della Sezione.

Ultimo ma non meno importante è un eccellente strumento per organizzarsi. Le discussioni sono scritte è ognuno può seguire gli sviluppi a distanza, se impossibilitato a seguire la vita di sezione.

Come si usa ?

Basta comporre una email e inviarla a iq0mx@arimonterosi.it e, il sistema la inoltrerà a tutti i componenti (i Soci), nessuno escluso. Se si vuole rispondere alla email proveniente dall'indirizzo su citato e portare a conoscenza tutti della propria risposta, basta rispondere al medesimo indirizzo e voilà il gioco è fatto. Se si vuole rispondere privatamente al mittente mettere l'indirizzo del solo destinatario.

Chi è abilitato?

Solo i Soci. Gli indirizzi sono stati ricavati dalle comunicazioni personali del sottoscritto oppure quando non disponibili da QRZ.com. Se avete cambiato indirizzo oppure volete ricevere le comunicazioni su un altra casella, contattate il webmaster (IZ0VLL). Solo gli indirizzi abilitati possono inviare comunicazioni all'interno della mailng list.

Quanto costa?

Nulla. Il servizio è incluso nelle spese annuali di hosting del sito web. Tra i servizi inclusi vi è la creazione di un numero finito e limitato di indirizzi email che la Sezione usa solo per le cariche.

Detto ciò spero che il servizio sia di vostro gradimento è vogliate usarlo in maniera intensiva.

73 de IZ0VLL

 

 

Diploma ARI 90 anni.

Quest'anno la nostra associazione compie 90 anni. E qual è il miglior modo di onorare l'impegno e la dedizione dei Soci fondatori dimostrata oramai quasi un secolo fa che realizzarono un sogno di tutti noi italiani prima e radioamatori poi? Partecipando al Diploma commemorativo promosso dall' ARI HQ di Milano, ovvio.

Come noto ai più assidui frequentatori della nostra Sezione, anche noi siamo impegnati nel Diploma come attivatori, con il callsign IQ0MX. Il regolamento è piuttosto semplice e lo trovate in fondo a questo articolo. In buona sostanza si tratta di collegare i nostri carissimi colleghi per un mese (per noi DICEMBRE) e oltre a passare il solito rapporto RST, bisognerà comunicare al nostro interlocutore una sigla (SASC) che identifica la nostra sezione: R90ARI5 . 

Il log di fine attività, in formato elettronico, dovrà essere successivamente inviato al manager del Diploma che come in tutti i contest e diplomi, si occuperà di fare i dovuti controlli e le successive graduatorie.

E dunque veniamo a noi. Il mio auspicio, è che tutti partecipino portando un contributo alla nostra sezione. Sebbene il mese sia bello lungo, spalmato su tutti i soci sarebbe un giochetto da ragazzi.

Pertanto vi invito a leggere il regolamento in fondo all'articolo, in modo che tutti al momento opportuno possano partecipare senza difficoltà.

STAZIONI ATTIVE NEL MESE DI DICEMBRE 2017

LAZIO

Sezione     Nominativo     SASC  
  Rieti     IQ0RI     R90ARI1  
  Viterbo     IQ0VT     R90ARI2  
  Alto Lazio     IQ0HL     R90ARI3  
  Civitavecchia     IQ0CV     R90ARI4  
  Monterosi     IQ0MX     R90ARI5  
  Roma     IQ0RM     R90ARI6  
  Frascati     IQ0FR     R90ARI7  
  Frosinone     IQ0FN     R90ARI8  
  Latina     IQ0LT     R90ARI9  
  Ostia     IQ0OS     R90ARI10  
  Basso Lazio     IQ0FM     R90ARI11  
  C.R.Lazio     IQ0RL     R90ARI12

MARCHE

Sezione     Nominativo     SASC  
  San Benedetto d.T.     IQ6SB     M90ARI1  
  Ancona     IQ6AN     M90ARI2  
  Ascoli Piceno     IQ6DH     M90ARI3  
  Pesaro     IQ6PS     M90ARI4  

 

L’Associazione Radioamatori Italiani in occasione del proprio 90° anniversario che cade nell’anno 2017 istituisce un Diploma denominato “ARI 90 ANNI” aperto a tutti i Radioamatori ed SWL del mondo.

Regolamento.

Durante il 2017, a partire dal 1° marzo e fino al 31 dicembre, saranno attive diverse Stazioni Radioamatoriali dalle Sezioni ARI di tutte le Regioni italiane. Queste Stazioni utilizzeranno i loro Nominativi IQ, o, in assenza, il Nominativo del Presidente o di un Socio della Sezione, e passeranno un SASC (ASC Speciale) con il formato: Lettera90ARI#

In cui Lettera identifica la regione come segue:

= Abruzzo = Basilicata = Campania = Molise

= Emilia-Romagna = Toscana = Liguria = Puglia

= Calabria = Lombardia = Marche = Trentino-Alto Adige

= Piemonte = Lazio = Sardegna = Sicilia

= Umbria = Friuli-V.G. = Veneto = Valle d’Aosta

è un numero che segue la parola “ARI” ed è assegnato in ordine di arrivo delle richieste di SASC da parte delle Sezioni. Esempio: se in Lombardia opereranno 6 Stazioni IQ2, i SASC passati saranno L90ARI1, L90ARI2, L90ARI3, L90ARI4, L90ARI5 e L90ARI6. I Gruppi con proprio nominativo IQ potranno partecipare a condizione che il nominativo del Gruppo sia iscritto ad una Sezione ARI e abbiano ottenuto il nulla osta dal Presidente della Sezione cui il Gruppo è iscritto.

Saranno inoltre presenti durante l’anno due Stazioni Speciali ARI Headquarter, con nominativo II2ARI e II2XC che passeranno i SASC H90ARI1 (fino al 31 Luglio) H90ARI2 (dal 1 agosto al 30 novembre) e il giorno 22 aprile, 2017 in occasione del Marconi Day, saranno presenti anche ben 10 Stazioni Speciali Marconiane con prefisso IY che passeranno SASC Y90ARI# (anche in questo caso è un numero diverso, da 1 a 10, a seconda della stazione).

Per ottenere il Diploma le Stazioni italiane dovranno collezionare tutte e 20 le Regioni. Nel caso in cui una Regione sia mancante essa potrà essere sostituita da una delle Stazioni Speciali Headquarter oppure da una Stazione Speciale Marconiana. Nel caso siano due le Regioni mancanti esse potranno essere sostituite da una Stazione Speciale Headquarter e da una Stazione Speciale Marconiana. Chi avrà collegato tutte e 20 le Regioni più almeno una Stazione Headquarter oppure una Stazione Speciale Marconiana (20+1) sarà iscritto nell’ “ARI 90 ANNI Honor Roll”. Chi avra collegato tutte e 20 le Regioni più almeno una Stazione Speciale Headquarter e almeno una Stazione Speciale Marconiana (20+1+1) sarà iscritto nell’ “ARI 90 ANNI Super Honor Roll”. Il Diploma è solo misto, non esistono endorsement di banda o di modo.

Per le Stazioni non-I sarà possibile ottenere il Diploma anche collegando un numero inferiore di Regioni, come segue:

Stazione europee: 15 Regioni italiane

Stazioni extraeuropee: 10 Regioni italiane

Il Diploma è gratuito e sarà spedito sotto forma di file PDF al richiedente.

Per la richiesta inviare un semplice GCR (estratto log) standard indicando anche i SASC ricevuti e i propri dati al seguente indirizzo e-mail: ik2uvr(at)ari.it oppure ik2uvr(at)aribusto.it dal il 01/02/2018 al 30/04/2018. Le QSL non sono necessarie. Verificheremo la presenza del QSO nei log inviati dalle Stazioni Regionali e dalle Stazioni Speciali. Per gli SWL è obbligo indicare sia la Stazione Regionale o Speciale ascoltata che la Stazione corrispondente.

I risultati saranno pubblicati su RadioRivista di Giugno o Luglio-Agosto 2018 e sul sito www.ari.it

Le Stazioni IQ saranno operative da marzo a dicembre 2017 secondo il seguente schema:

Marzo 2017: Piemonte (P) e Sicilia (T)

Aprile 2017: Valle d’Aosta (X) e Umbria (U)

Maggio 2017: Trentino-Alto Adige (N) e Calabria (K)

Giugno 2017: Veneto (W) e Basilicata (B)

Luglio 2017: Lombardia (L) e Puglia (J)

Agosto 2017: Liguria (G) e Molise (D)

Settembre 2017: Friuli-Venezia Giulia (V) e Abruzzo (A)

Ottobre 2017: Toscana (F) e Sardegna (S)

Novembre 2017: Emilia-Romagna (E) e Campania (C)

Dicembre 2017: Marche (M) e Lazio (R)

Da Marzo a Giugno 2017: II2ARI (H90ARI1)

Da Luglio a Ottobre 2017: IQ2ARI (H90ARI2)

Solo il 22 Aprile 2017: 10 Stazioni Marconiane 10 Stazioni Commemorative Marconiane Italiane IY (Y) appartenenti al C.S.M.I. (Coordinamento Stazioni Marconiane Italiane):

IY1MR, IY1SP, IY4FGM, IY5PIS, IY6GM, IY7M, IY0GA, IY0IMD, IY0ORP, IY0TC. (Y) I QSO/HRD effettuati sempre nella giornata del 22 aprile con le predette stazioni IY, saranno anche validi per il conseguimento dello speciale "Diploma Stazioni Marconiane Italiane * 90 Anni ARI". Valgono le medesime disposizioni tecnico-operative delle stazioni IQ.

Per il conseguimento del diploma "Marconiano" saranno necessari, almeno 5 QSO/HRD da effettuarsi con diverse stazioni IY di cui sopra, a prescindere della banda e/o modo di emissione, purché effettuati nella SOLA giornata di sabato 22 aprile 2017.

Successivamente sarà pubblicato sul sito www.ari.it l’elenco sia delle Stazioni di Sezione che delle Stazioni Marconiane che saranno operative durante l’evento con i relativi SASC assegnati.

Tutti i SASC ricevuti saranno anche validi per il Nuovo Diploma delle Sezioni – ASC Award.

Tutte le frequenze assegnate al Servizio di Radioamatore in Italia dai 160 m ai 70 cm e tutti i modi sono validi.

Disposizioni operative per le Stazioni IQ e IY che partecipano al Diploma

Le Stazioni IQ, o comunque le Stazioni delle Sezioni e dei Gruppi iscritti all’ARI alle quali è stato attribuito il SASC, opereranno nel mese loro assegnato passando il relativo SASC. Le Stazioni Marconiane IY opereranno per il presente Diploma solo il giorno 22 aprile 2017.

Alla stessa stazione potranno alternarsi diversi operatori soci della Sezione al fine di garantire una maggior permanenza in aria. Se possibile, le emissioni potranno avvenire anche contemporaneamente da parte di più operatori purché vi sia solo un operatore su quella determinata banda e in quel determinato modo. Ad esempio tre operatori potranno operare contemporaneamente in tre bande diverse nello stesso modo, oppure potranno operare sulla medesima banda ma uno in fonia, uno in CW e il terzo in un modo digitale. Al termine del mese assegnato il Responsabile della Stazione cui è stato attribuito il SASC dovrà far pervenire il log in ADIF all’indirizzo ik2uvr(at)ari.it oppure ik2uvr(at)aribusto.it

entro il giorno 20 del mese successivo a quello assegnato per le trasmissioni. Ad esempio le Stazioni IQ di Campania ed Emilia Romagna che parteciperanno al Diploma nel mese di Novembre 2017 dovranno far pervenire i log entro il 20 Dicembre 2017; le Stazioni di Lazio e Marche dovranno spedire i log entro il 20 Gennaio 2018. Le Stazioni Marconiane dovranno far pervenire il proprio log entro il 20 Maggio 2017.

Tutte le Stazioni partecipanti dovranno poter effettuare traffico QSL via Bureau ARI,

impegnandosi a rispondere alle QSL pervenute e indicando chiaramente nella QSL il SASC passato.

A tutte le Stazioni IQ e IY che parteciperanno al Diploma sarà inviato uno Speciale Attestato di Partecipazione.

Le iscrizioni (al sito) sono aperte.

Passaggio completato.

Vi sarete accorti oramai che il vecchio sito è completamente andato. Questa è la nuova casa virtuale della nostra Sezione, seppur ancora abbozzata. La strada è lunga, ma con la collaborazione di tutti sarà sicuramente più facile arricchirlo di contenuti, per i quali spero chiederete a iosa di mettere i vostri esperimenti a beneficio di tutti. Al riguardo, mi piace ricordare le origini delle pagine del World Wide Web. Le pagine erano completamente statiche, nel senso che non venivano aggiornate quasi mai, un pò come i siti degli Old Man. Vecchi, con contenuti talvolta scarsi, al limite della decenza, frutto di scopiazzature con tanto di errori degli stessi colleghi. La mia insegnante di lettere, diceva che copiare non è peccato, ma bisogna saper copiare. Tutto sommato non aveva poi così torto. Per fortuna non è proprio sempre così. Copiando e introducendo nuovi elementi abbinati a tanta sperimentazione siamo arrivati ai giorni nostri da Guglielmo Marconi. Di siti, di qualità, dei nostri carissimi colleghi ne esistono e sono serbatoio di idee e spunti per sviluppi futuri.

Registratevi quindi in modo che io possa attribuire i permessi per interagire con il sito. Dopo l'inserimento di nome utente e indirizzo email, segue la verifica del sistema del nuovo utente. e solo dopo tale operazione posso attribuire i permessi opportuni per ognuno di voi. Mi piacerebbe concludere la procedura per tutti entro la settimana, per potermi dedicare anche ad altro (la famiglia, il mare e la radio).

73 de IZ0VLL

Ci siamo, o quasi.

Eccoci.

E quasi ora dello switch-off di e107. Era da circa un anno che combattevo per far stare Joomla nel nostro spazio. I software messi a disposizione da Aruba circa 7 anni fa erano ormai obsoleti. Dopo un parziale upgrade, che sottolineo essere avvenuto a titolo gratuito per le nostre tasche, si è aperto uno spiraglio.

Personalmente, non mi è mai piaciuta l'offerta di questi provider basata su LAMP perchè personalmente preferisco l'ammucchiata GNU/Linux/Apache/Django. Senza dubbio però questa offerta è più economica di tante altre che richiedono un esborso di gran lunga superiore, aspetto da non sottovalutare per le casse di una associazione come la nostra. Probabilmente alcuni di voi non sanno neanche di cosa sto farfugliando, ma non importa.

Su suggerimento di Andrea M. sulla piattaforma Facebook,  però mi si accesa la lampadina. WordPress. Sono passati anni da quando installai la versione di lancio, doveva essere il 2003 o giù di lì. Allora WordPress era una piattaforma di personal blogging, ovvero un semplice diario di testo, con poche o risicate funzionalità. Oggi è ricco di plugin ed è diventato un vero e proprio Content Management System (CMS) che non ha nulla di invidiare ad alcuno dei suoi concorrenti. Semplice e intuitivo, è l'ideale per chi non ha competenze informatiche e non ha molto tempo da dedicare al proprio sito, qualunque sia la motivazione.

Come tutti i CMS di ultima generazione, permette agli utenti di scrivere liberamente, permettendo di ignorare quelle che sono le competenze in programmazione, mantenendoli in un binario virtuale, nel quale danni non se possono fare o quasi. Detto questo vi invito a registrarvi seguendo le procedure, tutto sommato ridotte a un paio di passaggi semplici, e lascio a voi la composizione dei contenuti, rimanendo a vostra disposizione per fornire supporto esclusivamente sulla sua amministrazione.

73 de IZ0VLL